18 Nov 2019

Serata di ringraziamento per la MG19 a Brindisi

Due settimane fa terminava la missione giovani 2019. “Tutto passa per non passare mai” ha detto per salutarci uno dei seminaristi che era nella mia parrocchia. E non è passato, infatti, questa sera nella messa di ringraziamento per la mg19 il pensiero, nella preghiera, per tutto l’ impegno che ognuno ha messo per la buona riuscita di questa missione e per le belle relazioni nate, per i sorrisi e per le emozioni forti che abbiamo provato! Un Grazie immenso a ciascuno di noi!

Lorena, Brindisi

 Ti ringraziamo Signore perché ci hai dato questa sera l’opportunità di condividere con il nostro vescovo Domenico il vero rendimento di grazie, l’Eucaristia. 
Il nostro lavoro di queste settimane lo offriamo a Te, su quell’altare e ti chiediamo di trasformare ogni istante della missione vissuta, in semi di incontro con Te e tra noi. Vogliamo essere Chiesa viva, unita, fedele, portando la nostra giovinezza a servizio delle comunità. 
Grazie Signore per il dono della convivialità, prolungamento della mensa eucaristica, dove ci fai sperimentare la bellezza dell’amicizia e della fraternità. Accresci in noi lo spirito di servizio per essere infiltrati di Dio tra i nostri coetanei. Maria Vergine in cammino ci doni il coraggio di vivere le domande che ci portiamo dentro con lo sguardo rivolto all’unica risposta: Tu Gesù. Amen

Francesco, Carovigno 

 Grazie…
Raccogliersi attorno a Cristo Eucaristia, assieme al nostro vescovo Domenico, è stato il modo migliore per rendere grazie al Signore del dono della #MG19.
La Voce si fa Verbo, ed il Verbo diventa canto, che nota dopo nota riscalda i nostri cuori.
Conclusione? No, semplice passaggio di comunione e fraternità da cui ripartire e programmare nuovi passi e nuove mete.
Giovani, operatori vicariali, parroci, famiglie ospitanti, vivamente…
Grazie

Gianluca, Mesagne

Ringraziare e riconoscere… nella nostra lingua stanno insieme. Mentre ci ringraziamo ci riconosciamo. Dopo la grande “affollata” esperienza della missione, in un clima un po’ più semplice e quasi familiare abbiamo detto grazie al Signore con l’Eucaristia e ci siamo consegnati la gratitudine per il bene condiviso e messo in circolo. Il bene che è importante riconoscere… perché ci fa bene! E perché ci aiuta a riconoscere il dono che è in noi e nell’altro… E da buoni discepoli del Maestro non potevamo concludere diversamente da… condividere qualcosa da mangiare, nel segno di progetti, affetti, percorsi e fede condivisi nella compagnia reciproca e in quella fedele e misteriosa dello Spirito! Buona post-MG19!

Don Marco, Ostuni

«“Grazie” è la migliore preghiera che chiunque possa dire» (A. Walker) …e noi referenti, volontari, famiglie, sacerdoti, coinvolti e “stravolti” dalla #MG19, ieri sera, lo abbiamo sperimentato davvero, attorno all’unico altare, insieme al nostro Vescovo Domenico: l’Eucarestia è sempre “rendimento di grazie”, ma, ieri sera, tutti insieme, abbiamo davvero voluto elevare il nostro grazie al Dio della gioia per la bellissima esperienza vissuta, esperienza che ci ha fatto respirare a pieni polmoni la Chiesa “bella”, fatta di servizio fraterno e premuroso, di relazioni autentiche e incontri significativi! Abbiamo davvero potuto toccare con mano che, se lavoriamo *INSIEME*, possiamo fare cose grandi, non per merito nostro, ma solo e soltanto per Suo dono! A noi lasciarLo agire nella nostra vita e, come questa volta, saprà compiere meraviglie! Per scrivere queste righe, riguardo nuovamente le foto scattate ieri sera, quelle fatte nei giorni della #MG19 e davvero ogni foto scattata è un pezzo di storia… Si, abbiamo fatto la storia, abbiamo reso questa storia importante, un luogo sacro come dicevano spesso i seminaristi ai nostri ragazzi a scuola, oserei dire “storia di salvezza”. È vero, solo il Signore salva, ma si serve anche di chi pone sul nostro cammino… e quella settimana è stata davvero un dono di grazia, perché si è servito di tutti noi per segnare il passo con noi e farci percepire il calore della Sua presenza… Si, ci ha fatto brillare gli occhi quando i ragazzi ci parlavano, perché i loro erano riflesso luminoso dei Suoi; ci ha infiammato il cuore con le loro storie, ma, soprattutto, con lo spessore e la profondità delle loro parole e delle loro riflessioni! Ma è stato anche bello e un Suo dono condividere tutto questo con altri giovani, con le tante famiglie ospitanti, con i sacerdoti, con tutti coloro che hanno collaborato per la riuscita della #MG19, perché abbiamo toccato con mano cosa significa accogliere Cristo nella propria vita, farGli spazio e ci hai fatto comprendere che vale ancora la pena investire tempo, energie e risorse per Lui e per qualcosa di grande. Ed ora? La Missione non è finita, ma comincia: da qui ripartiamo tutti insieme con rinnovato slancio ed entusiasmo per essere segno e presenza, tra i nostri giovani e nelle nostre comunità, di quell’Amore che abbiamo sperimentato in questi giorni!

Saverio, San Donaci

Mi sembrava fosse passato tanto tempo dalla Mg19, forse per l’intensità con cui l’abbiamo vissuta. L’eucarestia che abbiamo celebrato mi ha ricordato che la Missione non si è per niente conclusa: ci sono tanti semi che aspettano solo di germogliare con i tempi che il Signore ha in serbo. Vedere i volti dei giovani con cui ho collaborato questi mesi mi ha fatto sentire inoltre accompagnato; non sono da solo, e in questi tempi di isolamento e individualismo, è proprio una bella notizia!

Raffaele, Locorotondo